INTERVISTA A CRISTINA CHIPERI, LA GIOVANE SCRITTRICE CHE FA IMPAZZIRE LE ADOLESCENTI

Martedì 28 febbraio 2017 alle ore 16.00, presso La Libreria Coop Ambasciatori, in via Orefici 19, avrò il piacere di intervistare Cristina Chiperi.

Cristina, classe 1998, ha già all’attivo quattro libri e grazie alla community Wattpad e ad oltre venti milioni di visualizzazioni, è diventata un vero e proprio fenomeno editoriale.
Esce ora il suo nuovo romanzo Starlight, edito da Garzanti, e si preannuncia un altro successo.

Lieta di essere stata scelta per la tappa di Bologna, parlerò con Cristina del suo nuovo romanzo, Starlight, e di tanto altro, per la gioia dei suoi giovanissimi fan che non vedono l’ora di incontrarla.

Ci vediamo martedì!

GABRIEL, IL TOY BOY DI SILICONE *

E’ arrivato Gabriel e la vita di molte donne non sarà più la stessa.

Chi è Gabriel? Un ragazzone belloccio, dagli occhi azzurri e dal fisico atletico, che soddisferà le vostre voglie più intime alla modica cifra di cinquemila euro.

Sì, avete letto bene, per cinquemila euro potete portarvi a casa un uomo di nome Gabriel o, più nel dettaglio, un vibratore con un uomo intorno.

No, non sto parlando di un gigolo ma di un sexy toy boy. Letteralmente. (trovate l’articolo ed il video qui).

Gabriel, infatti, è un pupazzo (?), manichino (?), uomo (?) di silicone. Ma non chiamatelo bambola gonfiabile perché potrebbe offendersi. Gabriel è ultra sofisticato: ha una temperatura corporea, i peli, respira e, all’occorrenza, parla.

Ora, prima di gridare allo scandalo e di giudicare le donne che faranno un simile investimento, vorrei invitarvi a riflettere su alcuni punti.

Siete sicure che stare con Gabriel sia così disdicevole?
Insomma, nella quotidianità non viviamo situazioni più disdicevoli?
Tipo quello che dopo essersi rivestito, mentre voi siete ancora sognanti sul letto, ci tiene a precisare che “non state mica insieme e comunque lui si vede anche con altre donne ah ma come mi sembrava di avertelo detto”.
O quell’altro che vi chiede se vi è piaciuto, se siete venute, se è stato bravo.
O ancora quello che, subito dopo il sesso, vi racconta della tizia che si è fatto la settimana prima.

E non venite a dirmi che la donna ha bisogno di accendersi intellettualmente, che ha bisogno della dialettica perché, sì, se volete innamorarvi occorre molto più di un corpo ma, per favore, liberiamoci da questo retaggio culturale, e ormai quasi inesistente, che vuole che la donna non abbia pulsioni sessuali se non legate all’innamoramento. E’ la natura, è l’istinto primitivo, chiamatelo come volete ma ce l’abbiamo anche noi e, d’accordo, siamo ancora molto indietro e, pur essendo nel 2017, non sempre possiamo dichiararlo apertamente senza essere additate come zoccole ma, almeno, ammettiamolo con noi stesse.

Quindi, trovate ancora che sia così disdicevole?

Senza contare che Gabriel non giudica: la panzetta, il buco di cellulite, la tetta moscia.
Per la verità, in quei precisi momenti, neppure l’uomo in carne e ossa lo fa, ma questa è una verità che non riusciamo a comprendere, prese come siamo, dal voler apparire sempre perfette anche in momenti in cui dovremmo lasciarci totalmente andare.
E forse è questo il vero problema di molte donne: l’incapacità di lasciarsi andare.

Allora ben venga Gabriel che potrà aiutare le donne a conoscere meglio se stesse e al quale, se vorranno, potranno finalmente dire spontaneamente: “Sì, mi è piaciuto.”

(*post a contenuto ironico, astenersi perditempo e code di paglia.)

  foto tratta dall’articolo di Blitzquotidiano.it