La vita secondo Ricky

Avevo promesso a Riccardo che avremmo fatto una cosa speciale. Fortunatamente non gli ho detto cosa perché temevo l’imprevisto che, ovviamente, si è verificato e ha fatto saltare la mia sorpresa (a questo punto solo rimandata).

Così abbiamo ripiegato sul centro commerciale dove dovevamo acquistare del materiale scolastico e davanti a un caffè (il mio, lui è già agitato di suo), tra un commento sulla scuola e uno sul karatè, siamo finiti a parlare della vita.
Queste le perle dall’alto dei suoi nove anni.

  • Il mondo degli adulti
    Deve essere bello essere grandi, puoi fare quello che ti pare. L’unica cosa che non capisco è perché parte dei soldi guadagnati con il lavoro non vengano usati per aiutare chi i soldi non ce li ha. Se tutti facessimo così non ci sarebbero più i poveri.
  • L’amore
    E’ la cosa più importante che esista, senza amore si è soli e la solitudine è triste. E poi senza l’amore non ci sarebbero i bambini e i bambini rendono allegro il mondo.
  • L’omosessualità
    Io non capisco una cosa. Si dice sempre che bisogna volersi bene e non farsi la guerra. E allora perché alcune persone non vogliono che ci si voglia bene? Cosa importa se vogliono bene a persone dello stesso sesso? E’ sempre amore e l’amore dovrebbe essere una cosa bella, non una cosa brutta da vietare.
  • La vecchiaia Io voglio che diventiamo vecchi insieme. Non voglio che tu sei vecchia e io resto giovane. Dobbiamo invecchiare e morire insieme. Lo stesso giorno, così non soffriamo.img_9705

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *